Ti trovi qui
Home > libri > Second Hand. Meglio che nuovo, con una storia

Second Hand. Meglio che nuovo, con una storia

Second Hand è un romanzo sul valore delle cose, degli oggetti, ma soprattutto delle storie.

Riciclo, riuso, recupero… sono belle parole, ma quanti le mettono in pratica con azioni concrete, ogni giorno? Eppure sia per motivi economici, sia per motivi ambientali offrire una seconda vita agli oggetti, alla carta, alla plastica è una concreta necessità. Con i libri, per fortuna, si può fare senza troppo sforzo.

E con qualche piacevole sorpresa.

Io per esempio, da tempo, frequento i remainders e i sotterranei del libro usato. L’intrattenimento è assicurato, anche se i capolavori non sono tantissimi. Introduzione un po’ lunga, forse, per raccontare di questo Second Hand di Michael Zadoorian, storia toccante, delicata e originale, dato che parla di un rigattiere e del suo amore per oggetti usati, anche invendibili, e cianfrusaglie.

Va da sé che questa passione è un pretesto per leggere un mondo e un modo di essere in un universo (e lo sa bene chi si occupa di comunicazione) in cui conta solo il nuovo e il nuovissimo. Vi invito, se amate leggere, a scoprire 318 pagine scritte così, con leggerezza, ma precisione e incredibile sincerità che ci ricongiungono con il gusto per gli oggetti con una storia, con un passato, con un’età.

Top