Ti trovi qui
Home > NEWS > PNSD. Successo del webinar Teleskill sulla scuola digitale

PNSD. Successo del webinar Teleskill sulla scuola digitale

Grande partecipazione per il webinar organizzato da Teleskill, Digiconsum e ANORC per la Settimana del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Tra le diverse iniziative promosse per la Settimana del Piano Nazionale Scuola Digitale e la Settimana internazionale dell’Ora del Codice poche hanno avuto come mission quella della divulgazione e del coinvolgimento di target differenti e diffusi in tutta Italia.

Il webinar realizzato da Teleskill, Digiconsum (Associazione per la promozione e la tutela della cittadinanza digitale) e ANORC (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale) ha avuto questo obiettivo, pienamente raggiunto visto il grande numero di iscritti al corso, il coinvolgimento dei partecipanti, soprattutto dei docenti, e i dati dei due sondaggi di valutazione effettuati durante il webinar.

“Avevamo intenzione di affrontare l’argomento del Piano Nazionale Scuola Digitale da differenti punti di vista – commenta Emanuele Pucci, Amministratore Delegato Teleskill – e gli utenti collegati hanno apprezzato la ricchezza degli spunti e delle osservazioni condivise, tanto da richiedere la cadenza periodica di appuntamenti simili, magari con focus più definiti”.

Il webinar ha visto la presenza di diversi relatori: Paolo Cardini e Daniele Angeloni di Digiconsum, Andrea Lisi di ANORC e lo stesso Emanuele Pucci.

Paolo Cardini ha illustrato il Piano Nazionale Scuola Digitale, presentando le novità e le opportunità del documento e segnalando alcune possibili aree di miglioramento o di chiarimento dei concetti espressi nel Piano. Daniele Angeloni ha introdotto il coding, realizzando anche alcune simulazioni pratiche che tutti gli utenti hanno potuto seguire grazie alla funzione di condivisione degli schermi di Teleskill Live Webinar ed ha presentato le iniziative ed i corsi di coding che Digiconsum organizza direttamente all’interno delle scuole.

Emanuele Pucci ha illustrato le grandi opportunità che la classe virtuale offre a docenti e discenti in termini di coinvolgimento, arricchimento, superamento del confine “scuola – dopo scuola”. Il suo intervento ha anche mostrato alcune applicazioni di scuola 2.0, settore in cui Teleskill investe da anni risorse e tecnologie.

È stata poi la volta di Andrea Lisi, in collegamento remoto da Lecce, che ha condiviso con gli utenti un approfondimento sul tema, sempre più prossimo, della conservazione digitale dei documenti e dei suoi obblighi e necessità. Infine Giorgio Lais ha preparato una relazione documentata sul PON per la scuola 2014 – 2020. In assenza del relatore, lo studio è stato raccontato da Emanuele Pucci che ne ha illustrato le diverse possibilità di finanziamento e le aree per cui le scuole possono concorrere per ottenere i fondi.

Grazie alla funzione sondaggi di Teleskill Live Webinar sono stati avviati due sondaggi, uno sul gradimento complessivo e sull’efficacia del web seminar, sondaggio che ha raggiunto il 100% di esito positivo; l’altra domanda verteva sui possibili temi di un prossimo incontro che Teleskill si propone di organizzare a breve.

In termini di interazione tra utenti collegati (messaggi chat) e tra utenti e relatori (domande di approfondimento) il webinar ha raggiunto un altro grado di partecipazione e interesse, senza alcuna defezione degli utenti collegati, merito anche dei relatori che hanno unito nei loro speech sinteticità e informazioni utili per tutti.

Per chi non avesse potuto partecipare l’intero webinar è visibile sul canale YouTube di Teleskill www.youtube.com/Teleskill mentre le diverse presentazioni sono visibili sullo slideshare di Teleskill www.slideshare.net/teleskill

 

Informazioni e approfondimenti

Angelo Simone (Ufficio Stampa)

asimone@teleskill.net

www.teleskill.it

 

angelo simone
Angelo Simone è laureato in Scienze Politiche e ha iniziato la sua carriera come obiettore di coscienza, per 18 mesi, in ARCI - Legambiente Direzione Nazionale, nel 1990. In quell’ambiente ha appreso i principi guida dell’associazionismo “no profit” e della comunicazione per enti e istituzioni. Dal 1992 al 2005 ha collezionato rilevanti esperienze come copywriter in agenzie di comunicazione nazionali e internazionali tra cui Ayer, Grey, TBWA, Leo Burnett, Ogilvy, realizzando progetti di comunicazione per Telefono Rosa, Greenpeace, Medici senza Frontiere e grandi marchi del settore automotive, innovazione digitale, istituzioni. Oggi si occupa di scrittura in diversi ambiti: ufficio stampa, social media marketing , web marketing, sceneggiatura, narrativa.
Top