Ti trovi qui
Home > Corsi > Monza. Ridurre lo stress con la Mindfulness

Monza. Ridurre lo stress con la Mindfulness

Al Centro Medieste sono in partenza i corsi di mindfulness per la riduzione dello stress, tutti i martedì dalle 19.30

Schermata 2014-10-16 alle 11.35.20

C’è un sempre crescente interesse intorno alla mindfulness, la pratica di meditazione che ha conquistato il mondo occidentale, grazie all’evidenza scientifica della sua efficacia per ridurre lo stress e numerosi disagi di natura organica e psicologica: dolori, ipertensione, ansia, insonnia, depressione, dipendenze, disturbi dell’alimentazione.

Oggi i prodigiosi benefici della mindfulness sono disponibili anche a Monza, grazie ai corsi condotti dalla dott.ssa Valeria Degiovanni, psicologa e psicoterapeuta, istruttore senior di protocolli Mindfulness based, oltre che consulente e formatrice nell’ambito del Benessere Organizzativo e della Leadership.

Presso il Centro Medieste è stato organizzato martedì 7 ottobre un primo evento di presentazione che ha riscosso notevole interesse tra i partecipanti.

Molti, infatti, si avvicinano alla Mindfulness perché riduce lo stress, qualunque sia la sua origine, lavorando sulla nostra percezione e rielaborazione dello stimolo stressante. Altri si rivolgono a percorsi di Mindfulness perché risveglia i sensi ed è un allenamento della mente che ne aumenta creatività e attenzione.

Ma non dimentichiamoci che la ricerca ha ampiamente dimostrato che i percorsi Mindfulness based potenziano le difese immunitarie, prevengono il decadimento cognitivo, sviluppano autostima e senso di autoefficacia e migliorano le nostre relazioni.

“Uno dei risultati più immediati che derivano dall’iniziare a praticare la mindfulness – commenta la dottoressa Degiovanni – è il diventare più consapevoli di tutte quelle volte in cui la nostra mente si perde in mille pensieri e rimuginazioni, che tante energie ci consumano senza che neanche ce ne accorgiamo. La mente si distrae spesso pensando per es. alle cose da fare, a come farle, agli obiettivi da raggiungere, alle aspettative che gli altri hanno su di noi, alle richieste che ci sono arrivate, a come soddisfarle, a quanto ci sentiamo adeguati o all’altezza. E poi ancora, talvolta ci perdiamo nel passato, rimuginando su come sarebbero potute andare le cose, su come avremmo voluto che andassero, su quanto ci sentiamo in colpa oppure vittime di certe situazioni. La Mindfulness ci insegna dunque a monitorare i nostri pensieri, le nostre emozioni e le nostre sensazioni corporee e a riportarci sempre nell’unico momento reale, su cui abbiamo pieno potere, ovvero il presente. Impariamo dunque a distrarci di meno e a riportare la nostra attenzione alla persona o al progetto a cui ci stiamo dedicando in quel momento, aumentando il livello di focalizzazione e di ascolto.

Un’altra conseguenza positiva di questo allenamento è il fatto che essendo maggiormente in grado di sentire quando un’emozione ci coglie – per es. la rabbia o la paura o la tristezza che tanta fatica facciamo a maneggiare – anziché trasformare l’emozione impulsivamente in un comportamento automatico e reattivo, riusciamo a prenderci uno spazio di consapevolezza per scegliere come meglio agire”.

 

Informazioni e approfondimenti

www.mindfulorganization.it

v.degiovanni@mindfulorganization.it

 

Top