Ti trovi qui
Home > NEWS > I passi necessari per una pubblicità efficace

I passi necessari per una pubblicità efficace

Senza un efficace piano marketing, anche un buon prodotto è quasi certamente destinato a naufragare. (Non a caso si dice che “la pubblicità è l’anima del commercio”!)

Ma cosa significa, in pratica, disporre di un efficace piano marketing?

Premesso che è opportuno affidare sempre la gestione di questo aspetto ad esperti del settore – come i professionisti di un’agenzia pubblicitaria esperta – ci sono alcuni punti-chiave su cui lavorare per cercare di raggiungere l’audience più ampia possibile. Innanzitutto, dando per scontata una conoscenza approfondita del prodotto da reclamizzare, è necessario studiare bene il target di riferimento, cioè il pubblico dei potenziali acquirenti di quel prodotto: profilarne gusti, tendenze, connotati socio-economici e culturali, modi di essere e di pensare.

Una volta che si sarà ottenuto un quadro abbastanza chiaro della platea dei possibili clienti, occorrerà allora ideare un messaggio che sia in linea con le loro aspettative. Questo vuol dire lavorare sul linguaggio e sullo stile della comunicazione, ma anche sfruttare i canali emozionali così da poter arrivare al cuore (o alla pancia) dei destinatari. Sul fronte del contenuto, è soprattutto indispensabile che il messaggio sia “forte”, cioè che abbia in sé qualcosa di nuovo e originale, che metta in luce in maniera inconsueta i punti di forza dell’oggetto pubblicizzato, facendolo emergere rispetto agli analoghi prodotti della concorrenza.

Ugualmente importante è poi il mezzo sul quale verrà veicolata la comunicazione pubblicitaria di una data attività. E, nell’”era del 2.0″, questo mezzo non può che essere Internet. Nel 2015, qualsiasi piccolo o grande negoziante, o produttore, o venditore di qualsivoglia genere merceologico non può dimenticarsi di curare attivamente la propria presenza sul web.

Ecco, allora, che grazie al supporto di una buona agenzia pubblicitaria, un sito vetrina – e, meglio ancora, uno di e-commerce – diventa il luogo più “comodo” dove presentare la propria merce, mostrandone utilità e pregi. Ma ancor di più potrà fare, in termini di immagine, il blog aziendale: uno strumento di conversazione e scambio di idee, attraverso cui stabilire prima e cementare poi una vera e propria relazione fra venditore e acquirente. Di contorno, ma altrettanto efficaci, sono infine i social network. Facebook, Google+, Twitter, LinkedIn: ciascuno con funzioni e peculiarità proprie, possono essere utilizzati per aggregare fan e follower intorno al proprio brand, migliorando il posizionamento del proprio sito, portando visite virtuali e reali e, infine, guadagni.

Meglio, molto meglio, del buon vecchio passaparola!

Top