Ti trovi qui
Home > bioenergetica > 2015. Prossimi appuntamenti di Mindfulness e Bioenergetica

2015. Prossimi appuntamenti di Mindfulness e Bioenergetica

Il Centro Studi di Mindfulness e Bioenergetica ha da poco reso noto il calendario dei corsi in partenza a Genova e Chiavari. Scopriamo tutte le novità 2015

 

Il crescente interesse verso la mindfulness e la nuova attenzione verso la bioenergetica sono anche frutto dell’attività di uno dei Centri più dinamici del momento, quello condotto dalla dottoressa Nicoletta Cinotti, psicoterapeuta, Local Trainer della Società Italiana di Analisi Bioenergetica e istruttore di Mindfulness. Vediamo insieme alla dottoressa le principali novità per l’anno futuro.

Qual è l’appuntamento più vicino e di cosa tratta?

Nicoletta Cinotti: i corsi che iniziano prima sono le classi di esercizi di bioenergetica che partono il 20 gennaio a Chiavari e il 22 gennaio a Genova. La classe d’esercizi ha il fine di aumentare la consapevolezza corporea e portare benessere e vitalità in tutto il corpo. Per farlo sperimenteremo movimenti semplici ed essenziali, accompagnati da aspetti espressivi che sono connessi alle nostre emozioni di base. Nello spazio della classe, della durata di un’ora, il corpo sarà il protagonista e non ci saranno spazi di condivisione verbale. Si richiede una partecipazione all’intero ciclo di 10 incontri, per poter davvero sperimentare gli effetti di questo lavoro corporeo.

E per quanto riguarda la mindfulness?

Nicoletta Cinotti: Sempre a gennaio, il 28 a Genova, si terrà la serata di presentazione gratuita e aperta a tutti intitolata: “Dalla Mindfulness alla heartfulness: il protocollo MBSR e MBCT”. Sarà l’occasione per condividere con i partecipanti l’efficacia dei protocolli mindfulness che – nella breve durata di 8 settimane – offrono la possibilità di affrontare le difficoltà più frequenti nella nostra vita quotidiana, imparando strumenti semplici ed efficaci per dare nuove risposte e per prendersi cura dei propri bisogni.

MBSR cosa significa? E quando inizia il corso?

Nicoletta Cinotti: Il corso inizia il 4 febbraio 2015. L’acronimo MBSR può essere tradotto come metodo per la riduzione dello stress basato sulla consapevolezza. Nasce come programma di 8 settimane e segue un protocollo attentamente strutturato per permettere di acquisire la padronanza degli strumenti proposti e la capacità, al termine del corso, di portarli avanti autonomamente. L’intenzione del programma è quella di aumentare la consapevolezza di se stessi nella propria vita quotidiana in modo da riconoscere i propri segnali di stress e affrontarli in modo diverso dal solito.

Le otto settimane, con un incontro alla settimana di mercoledì dalle 20 alle 22, e una giornata intensiva, sabato 14 Marzo dalle 10 alle 17, saranno un percorso progressivo per imparare ad utilizzare una risorsa che abbiamo a disposizione ma che troppo spesso dimentichiamo: la consapevolezza rispetto ai nostri processi mentali, emotivi e fisici, mediata dal lavoro corporeo e dall’attenzione al respiro (mindfulness).

Invece l’MBCT?

Nicoletta Cinotti: Il corso sarà preceduto come di consueto da una serata di presentazione gratuita il 10 febbraio a Chiavari. MBCT è la sigla di Mindfulfness Based Cognitive Therapy. Il protocollo MBCT è un percorso semplice ed efficace, della durata di 8 settimane, per imparare a raccogliere la ricchezza, la profondità e possibilità di andare oltre ai nostri segnali emotivi di stress come l’ansia e la depressione. Nel protocollo, che inizierà il 17 febbraio, apprenderemo, in modo progressivo, dei semplici strumenti, il cui scopo ultimo è quello di cambiare la qualità della nostra presenza emotiva, rinforzando una capacità naturale presente in ciascuno di noi fin dalla nascita: la consapevolezza.

Altre occasioni legate alla mindfulness?

Nicoletta Cinotti: Una a cui tengo molto è quella legata alla mindfulness interpersonale. La serata di presentazione si terrà giovedì 5 Febbraio alle 21 a Genova. La partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria. Si tratta di un protocollo dedicato alle relazioni. Interrompere gli schemi abituali di reazione è il primo passo, ogni volta che desideriamo crescere e cambiare. E’ tanto più vero se desideriamo esplorare le nostre modalità abituali di relazione. Questo protocollo è un modo per prendere una pausa dalle nostre reazioni e dalla nostra identificazione con le storie che ci raccontiamo.

Cambiare prospettiva, ampliare la mente, cercare di essere flessibili e aperti, sono i tre strumenti che ci accompagneranno nella pratica. Tre aspetti che richiedono la presenza di un interlocutore.

Ecco perché la meditazione dei protocolli di Mindfulness Interpersonale aggiunge alla meditazione individuale la meditazione in coppia. Il nostro interlocutore diventa lo strumento per fare questi tre passaggi fondamentali. Diventa lo strumento per quella espansione della coscienza che ci può far procedere oltre i nostri blocchi e al di là delle nostre fissazioni.

Il protocollo inizia il 12 febbraio è sarà strutturato su 8 incontri con frequenza settimanale – più una giornata intensiva – ed è riservato a persone che abbiano già partecipato ad uno dei precedenti protocolli MBSR o MBCT o che abbiano una consolidata pratica di meditazione.

È un calendario molto ricco. Ci sono altri eventi che desidera segnalare?

Nicoletta Cinotti: Il calendario completo si trova nella sezione eventi del mio sito www.nicolettacinotti.net , ma colgo l’occasione per annunciare che quest’anno il Centro Studi offre delle borse di studio per tesi sulla mindfulness di laureandi in psicologia o specializzandi in psicoterapia; le tesi devono pervenire all’indirizzo nicoletta.cinotti@gmail.com, saranno valutate dal Comitato Scientifico che ne selezionerà 5. I vincitori potranno accedere a tutti gli eventi mindfulness con la riduzione del 50%, Infine, vorrei ricordare un progetto che piace molto e a cui tanti saranno interessati: il ritiro di bioenergetica e mindfulness del 24 e 26 aprile nella Casa di Giaiette. Unire insieme bioenergetica e mindfulness in un ritiro significa offrire la profondità dell’esperienza del silenzio e della compagnia, la ricchezza e la dolcezza della meditazione e la forza della bioenergetica. Durante il ritiro verrà sperimentata un’alternanza di lavoro corporeo, pratica formale, pratica informale, spazio di riflessione e spazio di condivisione. L’obiettivo è creare una dimensione ampia e protetta di incontro con se stessi. Per raccogliere risorse ed energia, per radicarsi in se stessi, nel corpo e nella mente, per sintonizzarsi e autoregolare le proprie emozioni, accogliendole, senza farsi trascinare. Per potersi riconnettere con l’energia emotiva, senza esserne preda.

 

Info e approfondimenti:

http://nicolettacinotti.net/eventi/

nicoletta.cinotti@gmail.com

Top